Questo sito utilizza cookies propri e di terzi al fine di consentirti la migliore esperienza nel suo utilizzo. Se procedi con la navigazione accetti la loro presenza.
!function(f,b,e,v,n,t,s){if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};if(!f._fbq)f._fbq=n; n.push=n;n.loaded=!0;n.version='2.0';n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0; t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window, document,'script','https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js'); fbq('init', '569219623249078'); // Insert your pixel ID here. fbq('track', 'PageView');
È un esame fastidioso? Si riesce a dormire di notte?
Normalmente la maggior parte dei Pazienti dopo poche misurazioni si abitua e riesce a svolgere le normali attività; anche di notte, una volta raggiunto il sonno profondo, non si avvertono grossi disturbi.

È necessaria qualche accortezza?
No, si deve impostare la giornata come si fa abitualmente per acquisire un profilo pressorio che rispecchi la propria normalità.