Questo sito utilizza cookies propri e di terzi al fine di consentirti la migliore esperienza nel suo utilizzo. Se procedi con la navigazione accetti la loro presenza.
!function(f,b,e,v,n,t,s){if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};if(!f._fbq)f._fbq=n; n.push=n;n.loaded=!0;n.version='2.0';n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0; t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window, document,'script','https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js'); fbq('init', '569219623249078'); // Insert your pixel ID here. fbq('track', 'PageView');

Ricovero per trattamenti oncologici


Degenza oncologicaGeneralmente, dopo un intervento chirurgico (talvolta in preparazione allo stesso), il Paziente di interesse oncologico può essere sottoposto a terapia adiuvante, ovvero:
  • terapia medica sistemica (ormonoterapia e/o chemioterapia);
  • radioterapia come unico trattamento o in associazione alla chemioterapia.
La scelta di sottoporre un Paziente a trattamento chemioterapico può mirare a:
  • eliminare definitivamente la malattia, nel caso di forme molto sensibili a questi trattamenti;
  • ridurre il volume della massa prima di un'operazione chirurgica o della radioterapia (chemioterapia neoadiuvante), così da rendere l'intervento più efficace e meno demolitivo e poter limitare l'irradiazione a zone più ristrette;
  • prevenire il ritorno della malattia, trattata con un intervento chirurgico o con la radioterapia, eliminando cellule tumorali che possono essersi staccate dal tumore e diffuse in altre parti del corpo, pur non avendo ancora dato luogo a metastasi rilevabili con gli strumenti diagnostici attualmente a disposizione (chemioterapia adiuvante o precauzionale);
  • ritardare la progressione della malattia, quando questa non possa essere eliminata del tutto, per esempio perché già diffusa nell'organismo;
  • migliorare i sintomi provocati dalla lesione, quando questa non possa essere subito asportata chirurgicamente, per limitare gli effetti legati all'ostruzione di canali (per esempio un bronco o l'intestino) e alla compressione degli organi vicini (per esempio all'interno della scatola cranica);
  • preparare l'organismo a un trapianto di midollo osseo o di cellule staminali.


In Villa Montallegro vengono effettuate
- procedure diagnostiche e terapeutiche di elevata specializzazione a favore dei Pazienti malati di tumore,
- trattamenti chemioterapici complessi, non eseguibili in regime di day hospital, 
- terapie per il controllo della sintomatologia correlata alla patologia oncologica o della tossicità indotta dalle terapie antiblastiche.

Una terapia ha senso solo se è configurabile un rischio rilevante di recidiva, se è in grado di prolungare la sopravvivenza globale del Paziente e/o migliorare la sua qualità di vita e se il Paziente è in grado di tollerare questo trattamento. L'utilità di questo approccio terapeutico - e in particolare del rapporto tra possibili benefici e probabili effetti tossici - devono essere valutati dal Medico che ne discute con il Paziente.
Villa Montallegro è il luogo in cui i sintomi di malattia, primo fra tutti il dolore, sono gestiti con professionalità e competenza.

 

 

 

 

diagnostica e visite specialistiche
       ACCEDI>

 

 

 

 

fisiokinesiterapia e riabilitazione
       ACCEDI>

 

 

 

 

chirurgia
      ACCEDI>