RX Torace

La radiografia diretta del torace (nota anche come lastra del torace) riproduce immagini dei polmoni e delle vie aeree, del cuore e dei grandi vasi sanguigni, delle ossa del tronco (inclusa la colonna vertebrale). La radiografia del torace può anche rivelare liquido nei polmoni o aria circostante un polmone.
In caso di dolore toracico, trauma o difficoltà a respirare, questa è la prima indagine richiesta. L’immagine ottenuta può indirizzare il Medico su un sospetto di patologia respiratoria o cardiaca. È un utile strumento di follow up (monitoraggio) degli esiti di una malattia o degli effetti di una terapia.

È tradizionalmente indicata anche in caso di intervento chirurgico per la valutazione specialistica dell’anestesista se la procedura richiedesse una sedazione profonda.

Un’indagine rX del torace può evidenziare:

  • infiammazione polmonare acuta o cronica, una neoplasia, un pneumotorace (raccolta d’aria nello spazio intorno a un polmone); e ancora patologie croniche come enfisema o fibrosi cistica e le loro complicazioni;
  • edema polmonare (presenza di liquido nei polmoni) a seguito di insufficienza cardiaca congestizia (malattia cronica in cui i muscoli del cuore, indeboliti, non pompano sangue a sufficienza per soddisfare le esigenze del corpo);
  • insufficienza cardiaca o versamento pericardico (liquido intorno al cuore) o alterazioni secondarie a problemi alle valvole cardiache (sulla base delle dimensioni e della sagoma cardiaca);
  • aneurismi aortici oltre ad altri problemi legati anche a malattie cardiache congenite (evidenti a carico dei grandi vasi sanguigni);
  • depositi di calcio nel cuore o nei vasi sanguigni: indizio di danni alle valvole cardiache, alle coronarie, al muscolo cardiaco o al pericardio (sacco protettivo che circonda il cuore); se presenti nei polmoni indicano una vecchia infezione risolta.
  • fratture delle costole e dei segmenti vertebrali;
  • pacemaker, defibrillatori o cateteri: generalmente per controllare che il posizionamento di questi dispositivi sia corretto.

Durante l’esame il corpo è posizionato tra una macchina che produce i raggi X e un piatto che crea l’immagine. Inalazione forzata dell’aria e respiro trattenuto aiutano cuore e polmoni a ottenere una maggiore definizione nella radiografia.
La procedura è totalmente indolore: il Paziente non avverte alcuna sensazione.