Perimetria computerizzata (esame del campo visivo)

È un mezzo diagnostico fondamentale nello studio e nella gestione del glaucoma, malattia caratterizzata dalla variazione patologica della pressione oculare che comporta un danno al nervo ottico e un progressivo deterioramento del campo visivo. Viene inoltre utilizzato nell'indagine di patologie del sistema nervoso centrale di natura infiammatoria, degenerativa o correlata a processi espansivi intracranici con interessamento dell'apparato visivo.
L'esame evidenzia alterazioni relative alle vie ottiche (dalla papilla del nervo ottico all'area cerebrale associata alla visione) seguendo una valutazione sia morfologica (relativa alla presenza e all'estensione della lesione) sia funzionale (mirata a indagare le variazioni della sensibilità alle basse illuminanze).

Lo strumento dispone di un programma di comparazione dei grafici nel corso delle successive valutazioni, finalizzato all'analisi delle variazioni (migliorative o peggiorative) dei tracciati.
Importante la possibilità di eseguire il campo visivo in visione binoculare, esame oggi richiesto dalla legge per ottenere il rilascio o il rinnovo della patente di guida per le persone affette da patologie oculistiche che provocano significative limitazioni funzionali.