Questo sito utilizza cookies propri e di terzi al fine di consentirti la migliore esperienza nel suo utilizzo. Se procedi con la navigazione accetti la loro presenza.
!function(f,b,e,v,n,t,s){if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};if(!f._fbq)f._fbq=n; n.push=n;n.loaded=!0;n.version='2.0';n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0; t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window, document,'script','https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js'); fbq('init', '569219623249078'); // Insert your pixel ID here. fbq('track', 'PageView');
agricoltura_biologica_liguria
Da un libro sull'alimentazione in Liguria, è nato un progetto finanziato dai Rotary per Montoggio, paese della Valle Scrivia colpito da due alluvioni nel 2014 e nel 2015. L'idea è favorire l'alternanza tra la coltivazione della famosa patata bianca di Montoggio con quella del grano. Nell'autunno 2015, durante la preparazione del volume Liguria salute in cucina - Cinquemila metri di bellezza gusto tradizione”, realizzato in partnership tra Villa Montallegro e la casa editrice Sagep, Sergio Rossi, uno degli autori del libro, esperto di cucina e presidente dell'Associazione Peppo Dachà di Montoggio, presentò a Francesco Berti Riboli, a.d. di Villa Montallegro, questo progetto di filiera agricola: accompagnare la coltivazione della patata, tipica della località, con l'introduzione della coltivazione del grano e, di conseguenza, con la produzione della farina di Montoggio. Una rotazione di coltivazioni “virtuosa” che, nel rispetto della produzione biologica, consentirà alla terra di rendere al meglio. La allora incoming governatrice del Rotary 2032, Tiziana Lazzari, si entusiasmò all'idea che rientra nelle attività del Fondo a sostegno e sviluppo del Territorio, da poco costituito da questo distretto rotariano (raccoglie 2480 associati divisi nei 41 Club di tutta la Liguria, l'Alessandrino, l'Astigiano e il Cuneese).

Nell’ambito delle attività di inizio del suo mandato, la governatrice Lazzari donò una copia del libro “Liguria salute in cucina” ai 41 presidenti dei Club del distretto 2032, spiegando loro il significato dell’iniziativa e invitandoli ad aderire al progetto. Sono così stati raccolti 15 mila euro in grado di coprire le spese per un mietitrebbia portatile (il territorio di Montoggio è aspro e occorreva una macchina agile e di piccole dimensioni), per il mulino e per la pulitrice. In pratica tutte le attrezzature necessarie a introdurre la filiera del grano in questa località. Il progetto “Dal grano al pane di Montoggio” è stato presentato sabato 17 dicembre 2016 a Montoggio e, nell'occasione, sono state inaugurate le tecnologie che ne consentiranno la realizzazione con la consegna da parte del Distretto Rotary 2032 del mulino a pietra.

Guarda le foto, clicca qui: https://www.facebook.com/montallegro/posts/899578213513135

News ed eventi