Questo sito utilizza cookies propri e di terzi al fine di consentirti la migliore esperienza nel suo utilizzo. Se procedi con la navigazione accetti la loro presenza.

News ed Eventi

News


A Natale il peso forma guadagnato faticosamente in autunno, dopo i gelati dell’estate, viene messo seriamente in pericolo dalle cene di lavoro, dagli aperitivi con gli amici del calcetto e dalle feste in famiglia.

Cosa fare? Il nostro nutrizionista, Luca Spigno, specialista in Scienza dell'Alimentazione, propone di fare un po' di calcoli.
Cominciamo dagli aperitivi natalizi.
Primo: attenzione alle noccioline che valgono 700 calorie ogni 100 grammi.
Secondo: appena meglio va con le patatine fritte, 312 calorie.
Terzo: benino con le olive verdi in salamoia: 108 calorie.

Ora “contiamo” anche che cosa beviamo.
Queste le caratteristiche dei cocktail più comuni: 60 calorie per 100 ml di Spritz e Americano, 80 per il Gin tonic, 100 per il Negroni, 135 per Mojito.
Ma ogni bicchiere varia da 150 a 200 ml e quindi quelle calorie vanno moltiplicate per 1,5 o per 2..

Facendo un po’ le somme: 30 g di noccioline, 40 g di patatine fritte, 100 g di olive e un Negroni, il nostro aperitivo ci fa “guadagnare” da 500 a 600 calorie!

Ecco una dieta “risparmia calorie” per il giorno in cui si prevede di consumare un aperitivo: colazione con latte parzialmente scremato (150 ml), due fette di pane integrale (30 g) e un cucchiaino di miele. Una mela a metà mattina. Pranzo con insalata mista, bresaola (100 g), un cucchiaio di olio di oliva e due gallette di mais. Uno yogurt magro a merenda.

Dopo l’aperitivo un piatto di minestra di legumi senza pasta e un frutto.

Il totale della giornata sono da 600 a 800 calorie (escluso l'aperitivo, naturalmente).

(foto di Jens Theess)



News ed eventi