Quante volte a noi donne è capitato di giocare con la nostra immagine riflessa nello specchio, ridistribuendo meglio le forme del nostro corpo chiedendoci “perché tutto là e poco qua?”.

Oggi può non essere più solo un esercizio d’immaginazione ma una realtà.

Togliere il grasso di troppo dai fianchi e dalla pancia per spostarlo in zone più strategiche, quali il seno, è possibile grazie a un nuovo concetto di liposcultura che utilizza l’acqua, in modo gentile, per togliere il grasso, quello di troppo, da dove “non serve” a dove “serve”.

 

L’innovazione di questa particolare forma di lipoaspirazione “a getto d’acqua” consiste nella capacità di sfruttare contemporaneamente una liposuzione dolce per eliminare simultaneamente i cuscinetti di grasso dal girovita, dai fianchi o da altre zone corporee e la possibilità di riutilizzare immediatamente il grasso vitale ottenuto, contenente le cellule staminali, per aumentare il seno senza protesi o rimodellare i glutei.

Ma non solo, si può utilizzare il grasso in eccesso per riempire le rughe del viso o per rendere più carnose le labbra.

In pratica si può ridisegnare la propria silhouette come fosse un abito creato su misura.

Ma è davvero così semplice?

Semplice ma non banale.

L’intervento deve sempre essere eseguito da mani esperte in ambiente idoneo.

Nelle mani di un bravo operatore la metodica consente di correggere anche eventuali asimmetrie o un’eccessiva magrezza delle gambe in entrambi i sessi, in particolare del polpaccio, di ringiovanire le mani o la regione genitale sia maschile sia femminile.

A livello della mammella trova ampie applicazioni sia nella chirurgia estetica sia nella ricostruttiva dopo il tumore al seno.

Questi sono solo alcuni esempi che servono a spiegare meglio come si possa intervenire su qualsiasi difetto si desideri ritoccare.

I vantaggi di questa tecnica rispetto alle tecniche convenzionali sono notevoli e tutti in relazione alla mini invasività paragonata a quella di una liposuzione tradizionale e all’alto potenziale offerto dal grasso recuperato che, essendo “vitale”, mantiene intatte le sue proprietà staminali. La tecnica consente di intervenire su più aree del corpo in un’unica seduta di trattamento, con un basso utilizzo di anestetico locale.

Grazie alla mini invasività dell’intervento, il gonfiore e i lividi post-operatori sono estremamente ridotti e il ritorno alle normali attività quotidiane molto più veloce rispetto a una liposuzione tradizionale.

 

Il grasso prelevato con la tecnica dell’ ”Aqua- Lipo”, non essendo contaminato da grossi quantitativi di anestetico, è virtualmente intatto, il che costituisce un enorme vantaggio nel momento in cui si debba utilizzarlo per trapianti immediati in zone suscettibili di correzione.

Il circuito chiuso dell’apparecchiatura utilizzata garantisce un trasferimento di tessuto adiposo incontaminato e assolutamente sicuro.

Per un migliore attecchimento del grasso impiantato si possono associare i fattori di crescita estratti dal plasma ricco di piastrine che, attivando l’angiogenesi locale, ovvero la rigenerazione dei vasi sanguigni, favorisce il nutrimento degli adipociti trasferiti.

Grazie a questa moderna e innovativa piattaforma tecnologica che permette di lipomodellare le forme attraverso uno standard di sicurezza assoluto è possibile oggi un approccio “gentile” per ridisegnare le forme del nostro corpo.

 

Nelle foto: un getto d’acqua e una tecnica di liposuzione

Scritto da:

Tiziana Lazzari

Tiziana Lazzari
Specializzazione in Dermatologia e Venereologia. Ha frequentato corsi e master in Medicina e Chirurgia estetica in Italia e all’estero.

Ultimi articoli in questa rubrica

Ultimi articoli dalle altre rubriche

Ultime news in Montallegro