Isterosalpingografia


È un radiografia della pelvi eseguita durante e dopo la distensione della cavità uterina con un mezzo di contrasto radioopaco. Consente una precisa valutazione della cavità uterina (con la dimostrazione di immagini di plus o di minus radiologico) e della morfologia e pervietà (= idoneità al passaggio) tubarica.
Può essere completato con la tecnica selettiva, che consente la cateterizzazione di una singola tuba al fine di tentarne la disostruzione in caso di impervietà da ostruzione intrinseca.
È un esame di regola indolore (può essere più fastidioso in caso di impervietà tubarica e di cateterizzazione selettiva) e ambulatoriale. Necessita della presenza del Tecnico di radiologia e della co-refertazione da parte di uno specialista Radiologo.
Il mezzo di contrasto liquido utilizzato, inserito attraverso il canale cervicale per visualizzare cavità e tube, è iodato, ed è importante comunicare al Medico eventuali precedenti episodi di intolleranza a mezzi di contrasto similari.
È prassi comune valutare nei giorni immediatamente precedenti – mediante tampone batteriologico vaginale e cervicale – l’assenza di batteri potenzialmente patogeni o, in alternativa, prevedere l’esecuzione di una profilassi antibiotica associata all’esame.