Esami di laboratorio in pneumologia

Tutti gli esami ematici di routine possono essere utili per diagnosticare una malattia dell’apparato respiratorio.
Ecco alcuni esami specifici per la diagnosi delle patologie respiratorie:

  • esame colturale dell’espettorato: può essere utile, insieme alla diagnostica radiologica, nella diagnosi delle malattie infettive (acute e croniche) del polmone; consiste nell’analisi del muco emesso dal Paziente con i colpi di tosse;
  • esame citologico dell’espettorato
  • marker tumorali (Cyfra-NSE cioè enolasi neuro-specifica; CEA – antigene carcino-embrionario) sono esami del sangue che completano la diagnostica radiologica in presenza di sospetta neoplasia polmonare; sono utili anche per monitorare l’andamento della malattia durante le cure;
  • emogasanalisi arteriosa è un prelievo di sangue arterioso, eseguito abitualmente dall’arteria radiale, posta sulla superficie interna del polso; è indicato in tutti i casi in cui ci sia il sospetto di un’insufficienza respiratoria e serve a valutare la quantità di ossigeno e di anidride carbonica presente nel sangue e il pH ematico (il pH è la grandezza che misura l’acidità o la basicità di una soluzione acquosa: il sangue in condizioni normali ha valori di pH compresi tra 7,35 e 7,45