Esame colpocitologico (Pap test)


È l’unico esame di prevenzione oncologica capace non solo di ottenere una diagnosi precoce di un tumore, ma proprio di evitarlo del tutto. Va eseguito con regolarità dai 25 anni in avanti e consiste nel delicato prelievo di alcune cellule del collo dell’utero e della vagina e dal loro “striscio” su un vetrino che verrà poi colorato (secondo la colorazione di Papanicolaou) ed esaminato al microscopio dal Patologo.
L'esame è finalizzato alla prevenzione e diagnosi precoce del tumore del collo dell’utero o cervico-carcinoma. Questa neoplasia, che ha un picco di incidenza tra i 35 e i 45 anni di età, è causata da infezioni persistenti di alcuni tipi di Papillomavirus (HPV) in presenza di altri fattori di rischio (fumo di sigaretta in primis). In caso di Pap test anormale viene di regola suggerita l’esecuzione di un esame di approfondimento, chiamato colposcopia.