Questo sito utilizza cookies propri e di terzi al fine di consentirti la migliore esperienza nel suo utilizzo. Se procedi con la navigazione accetti la loro presenza.
!function(f,b,e,v,n,t,s){if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};if(!f._fbq)f._fbq=n; n.push=n;n.loaded=!0;n.version='2.0';n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0; t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window, document,'script','https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js'); fbq('init', '569219623249078'); // Insert your pixel ID here. fbq('track', 'PageView');

ECG di base


È l'immagine grafica che registra i fenomeni elettrici alla base dell’attività del cuore.
L'esame base, in condizioni di riposo, è utile per conoscere le condizioni generali dell'individuo (prevenzione, check up, visita di idoneità sportiva) o per diagnosticare e inquadrare una patologia cardio-pneumo-vascolare e monitorarne l'evoluzione.
Tra le indagini cliniche, l'ECG riveste una grande importanza fornendo molte informazioni, in modo particolare nella diagnosi della cardiopatia ischemica nelle sue varie forme (infarto miocardico acuto o pregresso, angina pectoris), delle aritmie (lente o veloci, che possono richiedere l’impianto di un pace maker) o delle malattie delle valvole cardiache, dell'ipertensione arteriosa, dell'eccessivo accumulo o carenza nel sangue di alcune sostanze o farmaci.