Day surgery

Con il termine day surgery (chirurgia di un giorno) si intende la possibilità clinica (ma anche amministrativa e organizzativa) di essere sottoposti a interventi chirurgici, o procedure diagnostiche invasive, con un ricovero limitato alle sole ore del giorno o, al massimo, con un solo pernottamento (one-day surgery).
Anche se nell’uso corrente vengono assimilate, chirurgia ambulatoriale e day surgery non sono sinonimi e richiedono requisiti minimi (strutturali, impiantistici e organizzativi) differenti.
In chirurgia ambulatoriale sono eseguibili solo interventi in anestesia locale e/o analgesia, mentre in day surgery è possibile effettuare procedure invasive che prevedano l’utilizzo anche di altre tecniche anestesiologiche come l’anestesia generale, spinale e peridurale.
Come per la chirurgia ambulatoriale, la struttura di day surgery inserita in una realtà come Villa Montallegro che opera a ciclo continuativo, con guardia medica attiva, pronta disponibilità anestesiologica e specialistiche, dotazioni tecniche, impiantistiche e di staff identiche a quelle riservate ai Pazienti ospitati per prestazioni di complessità superiore, garantisce una maggior sicurezza per il Paziente, oltre ad assicurare una migliore tranquillità di gestione agli Operatori.

I vantaggi della day surgery per il Paziente sono rappresentati da:

Non è inoltre trascurabile l’aspetto psicologico: la degenza in day surgery, che assicura al Paziente un rapidissimo ritorno a casa, riduce fortemente la preoccupazione connessa all'ospedalizzazione e al distacco dal proprio ambiente familiare.

Attualmente si possono eseguire in regime di day surgery interventi chirurgici in quasi tutte le specialità: chirurgia (generale, oncologica, flebologica, oculistica, maxillo-facciale, ricostruttiva-plastica, proctologica), ginecologia, ortopedia e urologia.

L’elenco completo delle prestazioni eseguibili in regime di day surgery è contenuto nell’allegato della deliberazione G.R. della Regione Liguria n. 245/2003 (Deliberazione G.R. 1097/2001: sostituzione dell’elenco delle procedure chirurgiche effettuabili in day surgery).

Prima di proporre un intervento in day surgery, deve essere redatta un’attenta anamnesi (raccolta particolareggiata delle notizie sanitarie) del Paziente per valutare se il caso clinico rientri nei criteri di ammissibilità a questa tipologia di ricovero; in particolare dovranno essere considerate:
1. patologie croniche e co-morbilità (es. cardiopatia ischemica, bronchite cronica ostruttiva, diabete, insufficienza renale, malattie neurologiche, allergie a farmaci);
2. distanza dal domicilio alla Casa di Cura;
3. facilità di accesso al proprio domicilio;
4. possibilità di essere accompagnato e assistito da un familiare nelle 24 ore successive all’intervento.

Ogni intervento chirurgico eseguito in regime di day surgery richiede una preparazione specifica, prescritta di volta in volta dal Medico curante.
Alcune norme sono comuni a tutti gli interventi e vanno scrupolosamente seguite; in particolare qui di seguito descriviamo le fasi successive della procedura.

Preparazione all’intervento chirurgico

Al momento dell’intervento chirurgico


Dopo l’intervento chirurgico


Si raccomanda inoltre di lasciare indirizzo e recapito telefonico del domicilio dove si intendono trascorrere le prime 48 ore successive alla dimissione.

Il Paziente che si sottopone a intervento chirurgico in regime di day surgery, è soggetto a una “dimissione protetta”, ha cioè la garanzia, in caso di necessità, di un’efficace e tempestiva assistenza medica e infermieristica, anche a domicilio. Per qualunque disturbo o sensazione di disagio è opportuno rivolgersi al proprio Medico curante (al momento della dimissione ne viene fornito il recapito telefonico), anche nelle ore notturne.
Nel caso non riesca a contattare il proprio Medico o un componente dell’Equipe, potrà rivolgersi al Servizio di Guardia medica della Casa di Cura (tel. 010.35311), attivo 24 ore su 24.