Villa Montallegro “amica” di Euroflora

Villa Montallegro è, come evidenziato sulla locandina e sugli inviti della manifestazione, tra gli “amici” che sostengono Euroflora 2018.

Per la prima volta la grande esposizione floricola che richiama visitatori da molte aree d’Europa, si svolge all’aperto, nei Parchi di Nervi dal 21 aprile al 6 maggio con orario 9-19,30.

Qualche numero: 86 mila metri quadrati di giardini, 5 chilometri di sentieri, milioni di fiori e piante originarie di ogni parte del mondo, 250 espositori (florovivaisti, paesaggisti, maestri fioristi e decoratori floreali), 240 concorsi suddivisi in concorsi di onore, concorsi estetici e concorsi tecnici. Una sorta di Olimpiadi verdi.

Oltre ai percorsi all’interno dei Parchi per ammirare le piante e i fiori in mostra, inseriti nella natura abituale di questo grande polmone verde di Genova affacciato sul mare, nei Musei e nei piccoli manufatti che si affacciano sul parco saranno ospitate le composizioni floreali, preziose collezioni di Bonsai, mostre di orchidee, la serra storica (con il trionfo del basilico), incontri e laboratori.

Manifestazioni collegate ad Euroflora si svolgeranno in varie altre parti di Genova e in alcuni Comuni della costa.

La prima edizione di Euroflora si tenne nel 1966 e, da allora, la manifestazione che si svolgeva nei padiglioni della Fiera nel quartiere della Foce, è diventata un appuntamento fisso quinquennale. Dopo l’edizione 2011, per vari motivi, si sono verificati rinvii che hanno portato a un “salto” di sette anni che ha condotto a questa nuova grande idea di Euroflora nei Parchi di Nervi.

Bereszyński nel Centro fisioterapico di Montallegro

Bartosz Bereszyński, 26 anni il prossimo 12 luglio, terzino destro della nazionale polacca e, dal 4 gennaio 2017, della Sampdoria  fotografato ieri nel Centro fisioterapico di Villa Montallegro, dove è stato sottoposto a infiltrazione Prp (plasma ricco in piastrine) dalla dottoressa Maria Teresa Pereira per un problema tendineo. L’applicazione si è svolta alla presenza del dottor Amedeo Baldari, medico della squadra. Il difensore inizierà da subito il percorso riabilitativo.

I fattori di crescita (o PRP, cioè plasma ricco in piastrine) sono una delle tecniche di medicina rigenerativa applicate in ortopedia e riabilitazione. L’infiltrazione con i fattori di crescita piastrinici attiva e accelera i processi di riparazione del tessuto connettivo e dell’apparato locomotore. Si tratta di una tecnica utilizzata da diversi anni con ottimi risultati clinici nel trattamento di tendinopatie, lesioni della cartilagine e processi degenerativi articolari. La terapia è illustrata in questo video dalla dottoressa Pereira.

Villa Montallegro a bordo campo per la Coppa Davis

La Coppa Davis torna da questa mattina a domenica a  Genova, nello stadio Beppe Croce di Valletta Cambiaso. Mancava dal 2009, quando gli azzurri del tennis erano stati sconfitti con onore dalla  fortissima Svizzera di Federer e Wawrinka.

E Villa Montallegro è in prima fila anche in questa grande manifestazione sportiva che coinvolge l’immagine di Genova. La Casa di Cura si è assunta il compito di organizzare l’assistenza sanitaria: per il rilevante afflusso di persone previsto metterà in campo un numero importante di risorse in modo da garantire il soccorso a tutti coloro che, a diverso titolo, prendono parte all’evento.

Oltre al medico “super partes” (che dovrà intervenire in caso di contenzioso tra i sanitari delle due Federazioni) a disposizione del giudice arbitro, dall’apertura dei cancelli sino al termine degli incontri saranno presenti a bordo campo un secondo medico, cinque infermieri specializzati e un fisioterapista, pronti per ogni necessità. La responsabilità organizzativa è stata affidata da Montallegro a Giorgio Maietta Farnese, vicedirettore sanitario della Casa di Cura.

Un impegno significativo per una manifestazione di rilievo mondiale: la sfida Italia-Francia che garantirà a una delle due squadre l’accesso ai quarti di finale della competizione di tennis.

Si comincia oggi alle 11,30 con l’incontro tra Andreas Seppi (n. 62 nella classifica Atp – Association of Tennis Professionals) e Lucas Pouille (n. 11 Atp). A seguire la rivincita della sfida californiana tra Fabio Fognini (n. 20 Atp) e Jeremy Chardy (n. 80), ma questa volta (là aveva vinto il transalpino) si gioca sulla terra rossa.

Domani, alle 14, il doppio italiano formato da Paolo Lorenzi (n. 57 Atp)  e Simone Bolelli (n. 163 Atp) incontrerà Pierre-Hugues Herbert (n. 79 Atp) e Nicolas Mahut (n. 112 Atp). Infine domenica, nuovamente dalle 11,30, i singolari tra Fognini e Pouille e tra Seppi e Chardy.

Per l’Italia il capitano Corrado Barazzutti ha convocato anche il giovanissimo Matteo Berrettini (n. 104 Atp), mentre il capitano dei transalpini Yannick Noah (è stato il tennista francese più vincente di sempre ed è un cantante di successo), ha portato a Genova anche Adrian Mannarino  (n. 25 Atp).

La Francia parte  favorita ma il calore del pubblico (a Valletta Cambiaso è previsto il  tutto esaurito) può aiutare a sovvertire il pronostico.

 

Foto: la squadra italiana col capitano Barazzutti (dal sito della Federazione italiana tennis)