La Medicina Estetica in Oncologia

La medicina estetica “oncologica”si pone come obiettivo quello di aiutare il Paziente a recuperare la sua immagine esterna per spostarel’attenzione dalla malattia alla vita che continua.
Per questo motivo Villa Montallegro e G.I.S.T. (Gruppo Italiano di Studio sulle Tecnologie) una volta al mese aprono le porte dei loro ambulatori per mettere a disposizione dei Pazienti, che stanno combattendo o hanno vinto la loro battaglia contro il tumore, una consulenza e un trattamento gratuiti.

Le date:

  • giovedì 25 febbraio
  • giovedì 24 marzo
  • giovedì 28 aprile
  • giovedì 9 giugno
  • giovedì 28 luglio

tra le ore 16 e le 19

Per informazioni
Dottoressa Tiziana Lazzari
338 5462517 – dr.lazzari@libero.it

Roadshow #TerritoriDigitali

6 ottobre 2015

Villa Montallegro partecipa al tavolo di lavoro sulla Sanità Digitale durante il Roadshow “#TerritoriDigitali” promosso da Confindustria.

Si è parlato delle nuove istanze per una sanità moderna, digitale appunto, con la meritoria finalità di efficientare i processi e soprattutto curare meglio; tema centrale il dato clinico, inteso come strumento unico, strutturato, condiviso e condivisibile nelle varie fasi della vita di ognuno di noi, ma incontrovertibilmente di esclusiva proprietà del paziente che deve poterne disporre senza soluzione di continuità. Ecco allora che tutto il percorso di acquisizione, conservazione e consultazione del dato clinico assume un’importanza fondamentale, e nascono nuove esigenze di privacy, sicurezza e correttezza di quanto attestato in una cartella clinica digitale che accompagni il cittadino, non solo in quanto paziente di una struttura sanitaria pubblica o privata, in tutto il suo percorso di vita.

La tavola rotonda è stata per Villa Montallegro (e in particolare per Luca Spigno, Susanna Ghiotto e Linda Celenza che hanno esposto il caso Montallegro) un’occasione interessante per condividere con un auditorio specializzato il percorso intrapreso in questi mesi con NoemaLife, leader nell’ informatica clinica ospedaliera, nell’intento di digitalizzare la nostra Struttura con uno strumento che segua il paziente durante ogni fase della sua permanenza. Il confronto con gli altri partecipanti ci ha permesso di evidenziare come le nostre scelte in tema di Sanità Digitale siano di fatto già in linea con quanto auspicato “dagli addetti ai lavori”, rispetto a uno standard regionale che fatica invece a tenere il passo. Sono stati affrontati temi quali l’unificazione dei flussi di lavoro, il Wi-Fi separato ma diffuso per medici e degenti, i primi timidi passi della telemedicina; ma anche argomenti più specifici come la firma digitale e le sue gradazioni, la conservazione dei dati mediante infrastrutture, materiali e immateriali (i famosi server e cloud), adatte a tutelare e garantire il lavoro degli operatori anche nelle condizioni più sfavorevoli. Le esigenze di back up, disaster recovery e business continuity, strumenti fondamentali per la gestione del processo sanitario nella sua interezza, hanno trovato preparato lo staff di Villa Montallegro, più che mai impegnata nell’offrire ai pazienti, ancora una volta, un servizio all’avanguardia.

Montallegro per Genova

Conferenza stampa – 13 luglio 2015
Villa Montallegro, Genova

Montallegro per Genova:
opere dei Musei cittadini esposte negli spazi comuni della Casa di Cura

Sono intervenuti Carla Sibilla, Assessore Cultura e Turismo del Comune di Genova e Giuseppe Pericu, Presidente dell’Accademia Ligustica di Belle Arti, oltre a Francesco Berti Riboli Amministratore delegato di Villa Montallegro.

Dopo il progetto iconografico realizzato nei piani di degenza e la presentazione del volume “GENOVA, LIGURIA”, con il quale si sono volute celebrare la bellezza di Genova e della Liguria attraverso una serie di immagini dei luoghi più rappresentativi, prosegue la riscoperta del patrimonio artistico, culturale e storico della città di Genova da parte di Villa Montallegro.

Per il terzo anno è stato rinnovato l’impegno nei confronti del Museo civico di Arte Contemporanea di Villa Croce e il patronage al Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti: Montallegro ospiterà in comodato (a rotazione) opere di queste due istituzioni museali, per informare sulle novità in programma e invogliare alla visita di queste due meravigliose realtà cittadine chi transita nella Casa di Cura.
Già da questo mese di luglio sarà possibile ammirare “un’indagine” sulla città di Genova attraverso le opere degli artisti Giorgio Bergami e Fabio Niccolini della Collezione del Museo di Villa Croce.

Con la serie di fotografie “La speculazione edilizia” Giorgio Bergami ha voluto immortalare lo sviluppo della città negli anni Sessanta e la violenta trasformazione del paesaggio urbano.
Il progetto di Fabio Niccolini si concentra invece sul quartiere di Bolzaneto: la serie “Visione” – in parte ospitata in Villa Montallegro, con le due opere “Piramide 2007” e “Padroni di nulla 2007” – è composta da 12 fotografie su light box, nelle quali l’artista ha catturato “visioni” notturne di una periferia in trasformazione.

All’interno della Struttura sono anche ospitati i due calchi in gesso di Antinoo Capitolino e Atena di Arles della Gipsoteca del Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti, restaurati grazie al contributo di Villa Montallegro. Accanto sono esposte due fotografie della Sala dei Gessi scattate nel 1942 e facenti parte dell’archivio fotografico del Museo.

Villa Montallegro si prepara a un estate di grandi investimenti tecnologici dedicati alla diagnostica per immagini e di laboratorio, senza mai trascurare l’impegno sociale e civile per la città che ama, come riportato anche nella nuova edizione della brochure (L’arte di…) e nel proseguimento dell’attività di divulgazione scientifica con il progetto #piùgustoperlavita, che dal 2014 promuove con successo il legame tra benessere, sport e alimentazione.