Esame batteriologico

È un esame microbiologico che indaga la presenza nelle campione di batteri o altri microorganismi. Si preleva una piccola quantità di sostanza dal sito di verosimile infezione con un cotone applicato su apposito sostegno di plastica.
Il tampone è eseguibile nel cavo orale, sulla lingua, nella cavità nasale, nell’orecchio o sullo sputo

Esame citologico nasale

È un esame che ricerca il tipo di cellule espresse nel secreto nasale.
Si preleva con un batuffolo di cotone applicato su un bastoncino di legno una piccola quantità di secreto nasale e si striscia su un vetrino; dopo fissazione e opportune colorazioni della secrezione, si legge il contenuto cellulare al microscopio, identificando così la presenza e la prevalenza di certe cellule rispetto ad altre: è importante per l’inquadramento differenziale dei molti tipi di rinite.

Esame del sangue

Grazie al dosaggio di alcune sostanze contenute nel sangue si possono puntualizzare, diagnosticare o approfondire alcune delle patologie di competenza otorinolaringoiatrica.
Nella patologia infettiva si richiedono esami per definire l’assetto immunitario del Paziente, cioè la sua capacità di difesa nei confronti delle infezioni. Si possono così ricercare specifici anticorpi nei confronti di specifici micro-organismi (batteri, virus, funghi) che si sospetta siano entrati in contatto con il paziente; si può dosare la reazione infiammatoria in atto, la tipologia di risposta del sistema dei globuli bianchi, i principali effettori della reazione difensiva.
Nella patologia allergica si va alla ricerca degli allergeni (antigeni), cioè le sostanze esterne capaci di reagire in modo anomalo con il corpo, siano alimenti o sostanze che si respirano oppure con cui si viene in qualche modo in contatto.