Prevenzione, diagnosi e terapia nell’età avanzata

La patologia di maggior riscontro nell’età avanzata (e non solo) resta la cataratta, progressiva opacizzazione del cristallino (area dell’occhio a forma di lente, situata dietro la pupilla) che conduce lentamente a una marcata limitazione visiva.
In questo caso i criteri applicabili alla prevenzione sono pochi, salvo che per situazioni lavorative particolari (addetti a diagnostica radiologica) o abitudini di vita del tutto errate (esposizione a radiazioni UV senza adeguata protezione di lenti).

Continua...

Prevenzione e diagnosi nell’adulto

La visita oculistica dovrebbe essere effettuata di routine e con scadenze programmate nel Paziente adulto, soprattutto se nella storia clinica familiare vi sono precedenti relativi a patologie con caratteristiche ereditarie come retinopatie, ma anche cheratocono e glaucoma.
Per retinopatia si intendono tutte le malattie che colpiscono la retina, cioè il tessuto nervoso interno all’occhio, che capta le immagini da inviare al cervello. Il cheratocono è una patologia degenerativa della cornea, mentre il glaucoma è una patologia che induce un danno del nervo ottico (le alterazioni di questo nervo sono principalmente legatei all’aumento della pressione oculare).

Continua...

Oftalmologia pediatrica

La prevenzione assume un ruolo di assoluto rilievo in questa branca dell’oculistica.
Nei primi anni di vita del bambino, infatti, si evolve e si affina la funzione visiva attraverso una serie di stimoli nervosi che dall’occhio vengono inviati alle aree della corteccia cerebrale destinata alla visione.
La presenza di patologie (per fortuna abbastanza rare) come la cataratta, il glaucoma congenito o le vitreoretinopatie del prematuro rappresentano un problema clinico di assoluta gravità.c

Continua...