Vulvoscopia

Consiste nell’attenta osservazione della vulva (i genitali esterni femminili, formati dalle grandi labbra, parzialmente ricoperte di peli, dalle piccole labbra o ninfe, dal clitoride e dal vestibolo vaginale) utilizzando una fonte di ingrandimento (spesso il colposcopio, ma non solo) e una luce adeguata. È indicata in caso di riscontro clinico di lesioni o in presenza di sintomi (specie prurito) persistenti e resistenti ai più comuni trattamenti.

Continua...